Niccolò Trincia Trinci

Da WikiFoligno.


Niccolò.png
StatoPontificio.png SinFoligno.png Trinci.jpg
Stato Signoria di Foligno

Stato Pontificio

Titoli Vicario Apostolico

Capitano del Popolo Gonfaloniere di Giustizia

Predecessore Ugolino III Trinci
Successore Corrado III Trinci
Inizio Signoria 11 Maggio 1415
Fine Signoria 10 Gennaio 1421
Famiglia
Consorte Tora Varano da Camerino
Figli
  • Una figlia femmina andò in sposa ad Oddone Fortebracci di Perugia
  • ?

Niccolò Trincia Trinci (... - 10 Gennaio 1421) fu l'ottavo Signore di Foligno, dalla morte del padre Ugolino III fin quando non venne assassinato, il 10 Gennaio 1421, da un suo castellano per vendetta personale. Era sposato con Tora Varano, figlia del Signore di Camerino; una sua figlia andò in sposa ad Oddone Fortebracci. Non si conosce altra discendenza.

Biografia e Note Storiche

Ugolino III ebbe tre figli: Niccolò Trincia, Bartolomeo e Corrado, che alla morte del padre, diedero vita ad una sorta di gestione corale del potere, pur designando il maggiore come Vicario Pontificio ufficiale. Fu così Niccolò che successe al padre assumendone tutte le prerogative ed i titoli. Si era imparentato con la famiglia Fortebraccio dando in sposa una sua figlia al figlio di Braccio, Oddone, e cosi, trascinati per loro fatalità nell'orbita dei Fortebracci, ebbe inizio la deviazione dei Trinci dalla loro tradizionale politica papale. Niccolò si innamorò di Orsolina di Nicolò da Catagnone (o Catignano) della Fratta di Trevi, la bellissima e giovane moglie di Pietro di Pasquale di Vagnolo di Rasiglia, Castellano di Nocera, e ne fu contraccambiato, ma le sue troppo frequenti visite al castello destarono i sospetti di Pietro il quale, avuta la certezza di essere tradito dalla moglie, non manifestò il suo risentimento, che seppe dissimulare pienamente, ma pensò solo a come poter trovare vendetta dell'oltraggio subito. Organizzò una grande battuta di caccia alla quale invitò i tre fratelli Trinci Niccolò, Corrado e Bartolomeo, unitamente ai Varano di Camerino, ai Signori di Fabriano, di Matelica ed altri, questo per poter con una sola azione uccidere tutti i Trinci. Tutti aderirono e furono presenti, ad eccezione di Corrado che, trattenuto all'ultimo momento da impegni imprevisti, non si recò a Nocera. La notte del 10 gennaio 1421 il castellano uccise Niccolò e Bartolomeo ed imprigionò gli altri. Questa la tragica fine di Niccolò, ucciso per amore di una donna in quello che verrà ricordato come l'eccidio di Nocera.

Bibliografia

Gli affreschi del Palazzo Trinci a Foligno - Mario Salmi
Il Vicariato dei Trinci - Don Michele Faloci Pulignani
Le arti e le lettere alla Corte dei Trinci - Don Michele Faloci Pulignani
Prima edizione a stampa della Divina Commedia – Studi II - Piero Lai
Istoria della Famiglia Trinci - Durante Dorio - Foligno - 1638 - Agostino Alteri
Compendio della Storia di Fuligno - Giuseppe Bragazzi - Foligno - 1858 - Tipografia Tomassini
La Gazzetta di Foligno - 1988/89 - articoli di Federica Ferretti
La cronaca del Trecento italiano - Carlo Ciucciovino
Di Corrado Trinci, tiranno ecc. – Medardo Morici – Bollettino della Regia deputazione di Storia Patria per l’Umbria – Volume XI – Unione Tipografica Cooperativa – Perugia - 1905
Storia del Comune di Spoleto dal Secolo XII al XVII – Achille Sansi – Stabilimento di P. Sgariglia – Foligno - 1879
Pro Trevi – Famiglia Manenti
WikiDeep
Enciclopedia Treccani Online
I Priori della Cattedrale di Foligno – Don Michele Faloci Pulignani – Bollettino della Regia deputazione di Storia Patria per l’Umbria – Volume XX – Unione Tipografica Cooperativa – Perugia - 1914
Santi e Beati
Vite de’ Santi e Beati di Foligno – Lodovico Jacobilli – Agostino Alteri – Foligno - 1628
Bollettino della Pro Foligno - Anno 11º NUMERO 2, Febbraio 2011
Wikipedia per le note e le varie voci.

Voci Correlate

Predecessore StatoPontificio.png Vicario Apostolico Trinci.jpg Signore di Foligno - Gonfaloniere di Giustizia - Capitano del Popolo SinFoligno.png Successore
Ugolino III Trinci Niccolò Trincia Trinci Corrado III Trinci
Copy.png