Rioni Soppressi

Da WikiFoligno.


I Rioni Soppressi

Piazza Vecchia

Così chiamata perchè comprendeva la Piazza principale di Foligno, l'attuale Piazza della Repubblica che al tempo dello Jacobilli si chiamava Piazza grande. Lo Jacobilli descrive la sua Arme come "una Piazza, o l'insegna di San Feliciano". Faceva fuochi 56. Nelle successive rideterminazioni dei Rioni, è stata assorbita dal Borgo (e successivamente dallo Spada) e dal Mora. Il Morichini aveva rappresentato un palazzo, nel XIX Secolo troviamo l'effige di San Feliciano in oro e giglio nero con altri fregi.

Borgo

Compagnia formata da sette borghi di case tutte unite e quasi serrate fra di loro. Compresa tra Piazza Spada e le Conce, faceva fuochi 41. L'arme era sconosciuta allo Jacobilli. Ha prima assorbito la Piazza vecchia ed è poi stato assorbito dallo Spada. Il Morichini ne disegna l'Arma come di una strada principale da cui si diramano tre strade secondarie sia a destra che a sinistra. Nel XIX Secolo diventa una croce ad otto bracci.

Cipischi

La 'Societas Cepischiorum' deve probabilmente il suo nome ai molti orti dove "si dovevano seminare cepischi e cipolle, et agli". Arme sconosciuta allo Jacobilli, faceva fuochi 57. Era compreso tra Spada ed Ammanniti e fu poi incorporato da questi ultimi. L'Arme del XIX Secolo è una cipolla accompagnata da alcune foglie, forse di quesrcia.

Spavagli

Societas Spavagliorum, et Centum Carrorum S. Mariae. Arme ed origine sconosciute, faceva fuochi 93 e si estendeva da Piazza San Domenico al Ponte de' Scafali. Sono stati poi inglobati parte dall'Ammanniti e parte dal Cassero. L'arme del XIX Secolo erano due lance incrociate.

Franceschi

Anche la Societas Franciscorum era un enigma per lo Jacobilli. Faceva fuochi 81 ed i suoi confini descritti dallo storico erano tutte case private. Era compreso tra Ammanniti, Mora, Fonte del Campo e Spavagli. Attualmente il suo territorio è diviso tra la Mora ed il Cassero (che era contrada di Fonte del Campo). Il Morichini ne disegna l'Arme come due bastoni incrociati, nel XIX Secolo diventa due mani che si stringono (particolare che compare nello stemma di alcune famiglie cittadine).

Feldenghi

Societas Filiorum Mingonis, costituito da Mingone e 19 suoi figli che, avendo avuto distrutto il Castello di Vertino (forse Verchiano) dai folignati, "venne ad habitar con li figli in questo Rione, e l'accrebbe d'habitationi". Faceva fuochi 82 ed anche questa Arme era sconosciuta allo Jacobilli. Era compreso tra Piazza del Grano, le Conce e le Poelle. Nel 1776 assorbirono la Contrada dei Falconi, nel XIX Secolo invece riapparvero i Falconi occupando lo stesso territorio. Oggi comunque fanno parte del Pugilli.

Falconi

Facevano per Arme uno o due falconi ed erano composti di 27 fuochi. Piccola Contrada compresa tra Poelle, Piazza vecchia e Giotti. Nel XIX Secolo l'Arme diventa un falcone sormontato da una corona. Fa parte del Pugilli al presente.

Menacoda

Della Societas Menacodae lo Jacobilli non trova nè origini nè Arme. Composta di soli 8 fuochi, era circoscritta da Falconi, Feldengi, Piazza vecchia e Giotti, da cui venne assorbita già nel 1776.

Fonte del Campo

La Societas Fontis Campis deve il suo nome ad una Fonte, posta in una parte princpale della Contrada, e ad un Campo, detto di Francalancia, "dove andavano ne' tempi antichi li guerrieri di Foligno a sfidarsi a battaglia, o a duello". Faceva per Arme una Fonte in Campo aperto e conteneva fuochi 102. Da detto Campo di Francalancia si estendeva fino a confinare con i Franceschi e gli Spavagli. Comprendeva la contrada del Cassero che divenne Rione autonomo nel XIX Secolo e che l'assorbì poi nella rideterminazione del 1946.

Ponte di Cesare

Era una contrada facente parte del Pugilli, che divenne Rione nel XIX Secolo. L'Arme è una corona d'alloro. Nel 1946 è tornata tra i confini del Pugilli.

Isola Bella

Nasce nel XIX Secolo e la sua Arme è un'isola con uno specchio d'acqua solcato da due vascelli. Il Faloci la posiziona all'angolo estremo della Città, confinato da Ammanniti, Cipischi e Spada, quello che oggi è l'Ammanniti.

Spadagli

Un monogramma sormontato da una corona, che sembra formato dall'intreccio di cinque lettere dal significato sconosciuto. E' un altro dei Rioni sorti nel XIX Secolo di cui si ignora tutto. Probabilmente si tratta di un errore di interpretazione dei testi antichi in cui gli Spavagli venivano indifferentemente indicati coma Spavagliorum e Spandaliorum. Il Faloci lo posiziona nella zona dei Canapè, al confine tra Cassero e Fonte del Campo. Quel territorio è oggi comunque parte del Cassero.

Piazza Vecchia Borgo Cipischi Falconi Feldenghi Fonte del Campo Franceschi Isola Bella Ponte di Cesare Spadagli Spavagli
PiazzaVecchia.png Borgo.png Cipischi.png Falconi.png Feldenghi.png FonteDelCampo.png Franceschi.png IsolaBella.png PonteDiCesare.png Spadagli.png Spavagli.png

Bibliografia

"I Rioni di Foligno - Tradizione e Storia" - Bruno Martinelli - Associazione Orfini-Numeister - Foligno 1994
"Rione Spada - Giostra della Quintana 1946" - Gabriele Brinci - Ente Giostra della Quintana - Foligno 2007
"Giostra della Quintana 1946 - I protagonisti" - Gabriele Brinci - Ente Giostra della Quintana - Foligno 1996
"1946:nonsoloquintana" - Lanfranco Cesari, Domenico Doni, Franco Bosi - Foligno 1996
"Discorso della Città di Foligno - Cronologia dei Vescovi, Governatori, e Podestà, ch'hanno retto essa Città." - Ludovico Jacobilli - Foligno 1646
La Gazzetta di Foligno
Ente Giostra della Quintana
http://quintana.altervista.org/
Cento Lire - Blog

Rione Ammanniti
Rione Badia
Rione Cassero
Rione Contrastanga
Rione Croce Bianca
Rione Giotti
Rione La Mora
Rione Morlupo
Rione Pugilli
Rione Spada

Voci Correlate

Collegamenti esterni

Ente Giostra della Quintana Gazza.png Blog 100 Lire Jaco05.png QSilvio.png
Rione Ammanniti Rione Badia Rione Cassero Rione Contrastanga Rione Croce Bianca Rione Giotti Rione La Mora Rione Morlupo Rione Pugilli Rione Spada
Copy.png